L'esistenza dei mostri - Co​.​Co​.​Pro.

by L'esistenza dei Mostri

/
  • Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

     €3 EUR

     

  • Compact Disc (CD)

    Includes unlimited streaming of L'esistenza dei mostri - Co.Co.Pro. via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 2 days
    edition of 40 

     €5 EUR or more

     

1.
03:34
2.
03:45
3.
4.
5.

about

In esclusiva con il download, la bonus track di "Miss Romania" feat K-Conjog

credits

released October 30, 2014

tags

license

Some rights reserved. Please refer to individual track pages for license info.

feeds

feeds for this album, this artist
Track Name: Chavez
La sfortuna c'entra relativamente
se ti schianti ubriaco senza la patente
E non è una coincidenza
se un intero quartiere va in fiamme in tre giorni di violenza

I laureati della mia generazione
vivono ancora attaccati alle tette dei padri e a quella frustrazione
Che lì ad ascoltare i venti
son quarant'anni buttati ed io e te non siamo così deficienti

“Io sto con Chavez”

COndizioni COmatose COntinuate
Fino a Forgiare i Futuri Falliti e Ferite e Fandonie Firmate
Ma ora tutti sull'attenti:
questo qui è il festival delle innocenze perdute e di quelle emergenti

“Io sto con Chavez”

All'esame della quinta elementare
m'han suggerito che non si rifiutano mai trentanove frustate
Ma io avevo solo tanta fame arretrata
quindi ho parlato per ora di una minestra raffreddata con scritto su...

“Io sto con Chavez”
Track Name: Isometrici
Molto meglio idealizzarti che continuare a spendere
tutti i miei risparmi in fotocellule
e inseguire la tua ombra

Un bagaglio incustodito tu che eri il mio viatico
l'ultima moda e una modella in bilico
e la mia scelta dirimente

Molto meglio dedicarsi ai nostri orticelli ironici
dove crescono i bimbi sarcastici
e poi da nonni siamo cinici

Lavorando con lentezza per un'agenzia di marketing
orientatissimo a fregarli tutti
quei stupidissimi contatti

Tra i fuoriusciti, le scissioni e i dissidenti
siamo rimasti in due a non praticarci sconti
giocando ad un, due, tre stella su un volo low-cost

I fuochi d'artificio in strada fra la gente
ti squillo per conferma che non è mai cambiato niente
le luci rosse sono spente
saliva altissimo il rombo dei nostri motori senza tempi

Per le strade presidiate da militari isterici
camminiamo come diplomatici
per ritrattare una tregua

Porti sempre quella chiave che anni fa ti ho spezzato dentro?
T'irrigidisci e dici “io non c'entro”
io invece mi sento un relitto
Track Name: Rischio Default
All'ultimo respiro saltar sull'ultimo metrò
amore, non ci annienteranno mai
Con gli occhi lucidi rubati in interrail
l'europa che giocava con noi
Venduti e venditori al sabato mattina
confischiamo le auto blu
per assegnarle ai pendolari in rovina

Già lo so, un giorno a rischio default
può far credere ai migliori che tanto non serve a niente
Già lo so, un giorno a rischio default
è come una pioggia di cruise su uno scenario bollente
Già lo so, un giorno a rischio default
quando passa sembra sempre che non è passato niente di che

Mettere a posto i conti con se stessi e ammettere
che il buco c'è ma intorno cos'è che stringe?
Straparlando di una casa tutta per sè
vestiti come due teenager
Baci da un'isola al centro direzionale
quando salpare via da qui
rimane l'unica scelta razionale

Già lo so, un giorno a rischio default
può far credere ai migliori che tanto non serve a niente
Già lo so, un giorno a rischio default
è come una pioggia di cruise su un'evasione innocente
Già lo so, un giorno a rischio default
quando passa i mostri tornano ad esistere dietro le scrivanie

Già lo so, un giorno a rischio default
può far credere ai migliori che tanto non serve a niente
Già lo so, un giorno a rischio default
è come una pioggia di cruise su uno scenario bollente
Già lo so, un giorno a rischio default
quando passa sembra sempre che non si è bruciato niente di che
Track Name: Le grandi decisioni
Le grandi decisioni, divorzi e comunioni
si pagano in soldoni senza dimostrazioni
né raccomandazioni, le grandi decisioni non danno spiegazioni

Le grandi decisioni, le ristrutturazioni
vanno dai piani alti ai poveri coglioni
e come le votazioni, le grandi decisioni non chiedono opinioni

Chiudi gli occhi, sta sfilando una fatalità
a sirene spietate e il cuore che schizza
finalmente non c'è niente che ci tratterà
prima stesi sul sofà, poi in un cielo all'aldiquà
due sballati in viaggio per l'eternità

Le grandi decisioni si credono i padroni
del mondo, della vita e di altre percezioni
quand'io baratterei le vostre obbligazioni per grandi narrazioni

Ma le grandi decisioni senza speculazioni
potranno rimanere le nostre conclusioni
e di diventar dei grandi io non ci credo più qui fuori al Mamamu

Chiudi gli occhi, sta sfilando una fatalità
a sirene spietate e il cuore che schizza
finalmente non c'è niente che ci tratterà
prima stesi sul sofà, poi in un cielo all'aldiquà
due sballati in viaggio per l'eternità

Apri gli occhi è scoppiata la normalità
e lecchi i nuovi tagli alla sanità
Poi un momento, s'alza il vento e tornano qui
tutte le idiosincrasie, quelle strane fantasie
e in questo brusio ti volti e
son
qua
io
Track Name: Diffido sempre di certi poeti
Diffido sempre di certi poeti
bravi esegeti ma pessimi in atletica
Colgono le vibrazioni e fuori son tuoni
e criteri in crisi e maledizioni

Certo un dolore è inquirente
ma io ho dato ascolto di più
al paradosso di Russell e ad antiche tribù

Diffido sempre di certi poeti
che non han mai scritto di diritto finanziario
E che si ha sempre impressione che il loro orizzonte
sia capiente al massimo per due persone

Lo so un amore è scottante
ma ho visto fiamme di più
in piazza coi manifestanti poi gli uomini blu

Diffido sempre di certi poeti
certi patrioti ma mai profeti
Certi han bevuto e han bisogno d'aiuto
occhi indiscreti su bianche pareti